Sulla stampa‎ > ‎

Il Gazzettino 11 novembre 2007: «A tutela della Piana ripristiniamo l'uso civico»

pubblicato 29 dic 2009, 09:18 da Comitato Piana

Il sindaco di Falcade, Stefano Murer, chiederà alla Regione Veneto di ripristinare l'uso civico su parte della Piana di Falcade. Non l'ha detto venerdì sera nell'assemblea pubblica, ma probabilmente lo farà presente alla popolazione nel corso degli incontri previsti entro fine anno nelle frazioni.

«La nostra amministrazione -dice Stefano Murer- a differenza della precedente, ha prestato molta attenzione a ciò che è disciplinato dalle norme sull'uso civico. Ecco la nuova proposta: ripristinare l'uso civico sul territorio della Piana. Chiedendo alla Regione di ripristinarlo su tale area, creeremo un ulteriore vincolo e per modificarlo non basterà il parere del Comune ma sarà necessario che ad esprimersi sia la Regione».

Il pubblico presente ha applaudito la sua presa di posizione, una sorta di "retromarcia" rispetto al lungo dibattito estivo che ha portato anche alla raccolta di oltre 2mila firme.

«Non è questione di aver fatto "retromarcia"; certo, può sembrare alla luce delle dichiarazioni dell'altra sera in Casa della Gioventù. Già con il Comitato, con il prefetto e nei dibattiti su Radio Più, nei confronti con i membri di Giunta ho sempre accennato alla possibilità di uno sviluppo della situazione, con l'auspicio venga seguito anche dai proprietari dell'area onde evitare speculazioni incresciose ai danni degli stessi proprietari ma anche della nostra amministrazione».

E gli altri quattro membri di Giunta sono d'accordo con questo ultimo sviluppo della situazione?

«Sì -conclude il sindaco- è ovvio che si tratta di una scelta già discussa anche nella precedente amministrazione, prima della campagna elettorale. Mi riferisco al congelamento del Pua».

LA NOVITA

Nel corso del dibattito, Rodolfo Pellegrinon ha portato a conoscenza dell'assemblea una nuova problematica: i troppi miniappartamenti sul territorio. Ma come è possibile se l'attuale gruppo di governo ha previsto una metratura per gli appartamenti non inferiore agli 80 metri quadrati?

«Semplice -ha spiegato Pellegrinon-: in questi anni in molti hanno chiesto l'autorizzazione edilizia per aprire un proprio ufficio (quindi con una superficie ben inferiore agli 80 metri quadrati) trasformando poi l'ambiente in un piccolo appartamento monolocale».

Pellegrinon è arrivato al dibattito dati alla mano: «A Falcade esistono ben 73 uffici, due sono addirittura collocati in frazione Somor».

Di qui l'invito all'amministrazione comunale di controllare ciò che è stato costruito, o ristrutturato, in questi anni anche perché si mormora che qualche sito internet stia addirittura pubblicizzando (per l'affitto o la vendita) quei mini appartamenti che in realtà in Comune sono convinti siano uffici. Quindi non è escluso che l'amministrazione dia il via a imponenti controlli perché 73 uffici a Falcade sono davvero tanti, sicuramente meno delle partite Iva.

IL COMITATO

Magda Genuin, membro del comitato contro la cementificazione della Piana di Falcade è soddisfatta per l'esito del dibattito e guarda con ottimismo al futuro: «Siamo molto soddisfatti, il sindaco ha fatto promesse importanti davanti a tutta la popolazione. Ora ci aspettiamo che vengano mantenute».

Lei ha detto che finalmente il sindaco ha capito il significato della Piana. Cosa intendeva dire?

«Che Murer ha capito l'importanza di quella zona e la preoccupazione dei falcadini. Il Comitato è soltanto portavoce di un malessere generale che ha portato alla soluzione concreta: un congelamento della situazione che ci fa ben sperare per il futuro».

Mirko Mezzacasa

Comments