Sulla stampa‎ > ‎

Da il Corriere delle Alpi del 26 Agosto 2010: Il Comitato per salvare la piana «Attenzione al nuovo Pat»

pubblicato 26 ago 2010, 23:52 da Comitato Piana
FALCADE. Un invito alla comunità affinché mantenga alta l’attenzione, in particolare durante l’elaborazione del Piano di Assetto del Territorio (Pat).  A tre anni di distanza dalla battaglia contro la cementificazione della Piana di Falcade, il Comitato interviene per informare i cittadini sulle novità in corso e per spingerli a rimanere vigili. «Anche in questa quarta estate dalla costituzione del Comitato e dalla lotta per salvare una delle aree più importanti», spiega il Comitato, «possiamo ancora dire che la piana è lì, incontaminata, verde e fruibile».  Una battaglia vinta dopo il “congelamento” del Piano urbanistico attuativo da parte dell’amministrazione comunale, che però non ha spento l’interesse dei giovani del comitato sulle questioni del futuro sviluppo del paese. «Vogliamo ribadire la nostra presenza e la nostra attenzione», dicono infatti, «ma anche aggiornare e informare sul procedimento del Pat. La bozza del documento preliminare di quest’ultimo si trova anche sul sito del comitato o può essere richiesta al Comune. Il comitato, fino ad ora, ha ottenuto il riconoscimento della Piana e di Valfredda tra i punti di forza del documento».  Con la delibera 79 del 16 giugno 2010 «la giunta comunale ha adottato il documento preliminare, con relativo rapporto ambientale preliminare e schema di accordo di pianificazione». Il Comitato auspica infine che si promuovano riflessioni in merito ad uno sviluppo montano che riconosca la specificità e il valore del proprio patrimonio culturale, umano e naturale. (g.san.)

Comments